NPA 2011

NPA
Evento Multidisciplinare Patrocinato dal Comune di Nessuno
Spazio Liberato Ex Breda Est, Viale Pacinotti 9 Pistoia
Tre giorni, tre argomenti, tre sirene dall’allarme, nessuno esclude l’altra.
Siamo al collasso, nuove generazioni che si trovano allo sbando. Figli di una terra che sta per sprofondare per mano dei loro padri, per mano di loro stessi.L’acqua è un bene prezioso di prima necessità a cui tutti devono avere accesso. L’oro blu che tra qualche anno scarseggerà sarà quasi tutto inquinato. La sostanza necessaria alla vita che scaturirà i nuovi conflitti.Il petrolio il sangue nero del pianeta terra, dal greco “Dio”. Usato anticamente per un semplice uso medicinale è oramai inestimabile fonte di guadagno e causa di conflitti mondiali. Presto finirà provocando il collasso economico ed una catastrofe ambientale, che è già in atto da molti anni.Il nucleare che dovrebbe diminuire le emissioni di gas serra e mitigare così l’effetto del riscaldamento globale resta comunque nonostante il progresso tecnologico e scientifico un operazione pericolosissima capace di stravolgere il pianeta ed i suoi abitanti, fino a distruggerlo.

Dedicato a tutti gli uomini e a tutte le donne che non guardano ai diritti dell’umanità, che non guardano al di là del proprio naso, che non guardano al di là dei propri interessi.

npa-13-14-15_modificato-1

13 MAGGIO
Video Arte, Arti Visive, Installazioni
ORE 15:00/01:00
Alessandro Di Grande–Happening di Pittura “Manna & Cuciperformance “Piccioni” 
TVDC–Video“Interiezioni”

Papotto–Installazione “Dialogando su un diritto negato. Dialogando su i diritti negati.
Le MaleErbe–Installazione “Live Painting Wood”
Acme aliment(e)azione–Video “Trova l’intruso”

Manuela Menici–Video“Four Elements”
Gruppo Artistico Jersey Stretch–Installazione “Progetto Galatea”
Teresio Arrighi–Installazione “Il Giardino Eolico”
Helga Maestrini–Installazione “…………………….
ArteKreativa–Video“nel nome della scienza”
FiorellaScorrano–Collage e Pittura “Pois
Carmen Manca–Pittura “!!!!!!!!!!!!!
Sabrina Mazzuoli–Video“the wave after the sharks – Trying to be water”
Francesca Sarteanesi–Stampe Fotografiche “E-Venti d’Arte”
Chiara Ghini e Valeria Prosperi–Fotografia“Centrifuga

Walter Di Piazza–Grafica e Pittura “Grafismi
Collettivo NPA–Video“tutti i Vi-Dei del Mondo”

CineForum

ORE 16:00/17:00
Studio Nois
film documentario “la Baia dei Lupi”

sinossi

Nell’immediato dopoguerra, sulla costa orientale della Sicilia sono state costruite raffinerie, industrie chimiche e centrali elettriche. In pochi decenni è stato creato il più grande polo petrolchimico d’Europa.
La Baia dei Lupi è la storia del sogno del progresso e dell’indipendenza energetica di una nazione. Una storia di illeciti e di progetti di sviluppo che hanno perpetrato per anni violenza e devastazione. La storia di un popolo e di chi per mandato si è trovato a governarlo. Una pagina nera che coinvolge la coscienza di un’intera nazione.
Lo scempio continua. Raffinerie e industrie chimiche italiane e straniere costruiscono gli impianti nella baia di Priolo-Siracusa, antico sito storico del Mediterraneo. Nella Sicilia del dopoguerra, il passaggio da un’economia rurale al nuovo sistema industriale promette sviluppo e benessere. Ma presto si scopre la totale inadempienza delle leggi a tutela dell’uomo e dell’ambiente da parte delle aziende installate. L’aria è avvelenata da polveri sottili, l’acqua intrisa di petrolio, la terra contaminata da sostanze tossiche, il mare “al mercurio” usato come discarica di rifiuti inquinanti. Sempre più bambini nascono con gravi malformazioni fisiche e mentali, i morti di tumore sono in aumento. Le richieste dei cittadini per il rispetto delle leggi di tutela vengono ignorate dal governo italiano e dalle industrie che spadroneggiano nella baia di Siracusa, il massimo polo petrolchimico d’Europa. I fratelli Urso indagano su un passato devastante che pesa sul presente e annuncia un futuro da brividi in una zona a rischio sismico.

ORE 17:00/18:00

Z.O.E. Studio
documentario“Italia Nucleare”

sinossi
Sequenza di estratti video da tutte le parole spese sul nucleare, dai vari personaggi illustri e non dell’Italia, Italiona, Italietta.

Azioni Straordinarie

ORE 18:00/20:00
incontro aperto a Monteoliveto con LabAct Incursioni Urbane & Collettivo Studentesco Pistoiesenell’ambito laboratoriale di APNEA”

sinossi
Ci sono alcune cose della vita che noi non riusciamo a capire e che colleghiamo solamente agli interessi dei potenti e all’ignoranza.
Per noi l’acqua è un diritto non privatizzabile. Per noi il nucleare è una follia che dovrebbe sparire per sempre. Per noi il petrolio è una materia prima che ha sostituti eco-compatibili, conosciuti da anni e non incentivati. Per noi le energie alternative sono l’unica via perseguibile per rendere la nostra esistenza e quella della terra: lunga, decente, evoluta.
Per questo decideremo di andare volontariamente in immersione, per meditare sul nostro futuro. Tre ore dove ritrovare la forza necessaria ed uscire fuori da questo presente. Analizzando la vita e quello che l’uomo sta facendo a se stesso e all’ambiente attraverso il corpo, il gioco e la creatività.
Una costruzione simbolica per la realizzazione di un mondo possibile, capace di restituire intelligenza e bellezza.

Aperitivo Ottico

ORE 21:15/21:10

Incontro Dibattito

ORE 21:15/21:45
Saverio Tommasi
a proposito di nucleare
A che punto siamo e cosa vogliamo dire

Oggi, chi propugna il ritorno al nucleare, in Italia, è una ristretta minoranza. Però in aumento, per effetto della più lunga campagna mediatica di convincimento, basata su tre punti cardine: la presunta sicurezza nella costruzione e nella gestione delle nuove centrali nucleari (“il nucleare è sicuro”), la tesi per cui la produzione dell’energia nucleare non produrrebbe inquinamento (“il nucleare è un’energia pulita”), e la teoria secondo la quale sarebbe possibile, con l’energia nucleare, abbattare i costi e produrre energia a basso prezzo (“energia quasi gratis per tutti”).
http://www.saveriotommasi.it

Concerti + Body Painting + Body Art

ORE 23:00/01:15
Tribuna Ludu (Post Rock)

SuperVixens (Noise) +
Colors For The Fight (Body Painting Performance)

ParaNoise (Industrial/electronic) +
Eva and Alexandre Fuser (Surface Performance, non adatto ai bambini)

Videi e Videoinstallazioni By Thll

ORE 01:30/03:00 DjSet

14 MAGGIO

Video Arte, Arti Visive e Installazioni
ORE 15:00/01:00
apertura al pubblico

Concerto Itinerante

ORE 16:45/18:30
(per le strade del centro storico)
Samba Lordi

Nasce nell’estate 2009 dall’idea di alcuni appartenenti ad un gruppo di percussioni afro-brasiliane, di crearne uno proprio, autogestito, la cui ragion d’essere fosse il divertimento nello stare insieme e l’avvicinare più persone possibili a questo mondo; così dalla prima prova in 3 persone siamo riusciti a formare un bel gruppetto composto principalmente da persone che non avevano mai preso uno strumento in mano che, con un poco d’impegno, e con l’aiuto dei membri musicalmente più “navigati” hanno intrapreso questa strada.

http://www.myspace.com/sambalordi
Le MaleErbe in “Performance Nucleare”

Passeggeremo come persone normali e andremo al bar, entreremo nei negozi in tenuta antinicleare.

http://maleerbe.wordpress.com/

Azioni Straordinarie

ORE 19:00/20:00
Safira
ci accompagnerà nella Danza degli Elementi”

Aperitivo Ottico

ORE 20:15/21:10
Flaviano Poggi e Fiammetta Strigoli
presenteranno il video“Arca”

sinossi
La sensazione di una minaccia incombente spinge un gruppo di persone a ricercare un rifugio sicuro. Dopo un primo cauto approccio con l’ambiente acquistano sicurezza e il gruppo torna ai comportamenti di una società violenta, malata. All’esterno del magazzino dove si trovano la minaccia sembra passata. Il gruppo esce all’esterno, eccetto uno di loro che si attarda, poiché non ritrova le proprie scarpe ed è costretto a indossarne altre, troppo grandi e senza lacci. Quando in ritardo raggiunge l’uscita è testimone visivo della distruzione del mondo. Un mondo senza regole ontologiche ed etiche.
http://www.flavianopoggi.it/flavianopoggi.it/ENTER.html

Spettacoli Teatrali

ORE 21:45/22:45
Teatro Sociale Pescara
estratto da “Fukushima Mon Amour”

sinossi

Una storia basata su una trama inventata, ispirata ai 50 ingegneri e tecnici di Fukushima, che hanno messo a rischio la loro vita per salvare il mondo, o il Giappone, o la loro città, o le loro famiglie… e che probabilmente non potranno salvare nemmeno se stessi.

http://it-it.facebook.com/people/Teatro-Sociale-Pescara/100000624178795

ORE 23:00/00:00

Simone Cinelliin collaborazione con ilTheatre de Chambre

Le monde dechét”

sinossi

Fin da quand’ero piccolo, mi piace parlare tra amici.

Quando siamo a tavola, davanti ai piatti fumanti, o con i bicchieri pieni.
Mi piace parlare del mondo, e di noi, suoi abitanti ognuno con le proprie diversità.
Mi piace parlare di sciocchezze tragicomiche, e mi piace mettere di fronte le nostre aspettative per il futuro. Soltanto una volta, in un lungo periodo della mia vita, mi sono accorto che non pensavamo a come cambiare il mondo, ma a come il mondo ci avrebbe cambiati…Erano gli anni di Chernobyl. Oggi, con mia estrema amarezza ma anche una spropositata demenza in più, mi rendo conto che quei tempi sono tornati, ancora una volta.
E che l’ora X per questo pianeta sembra non esser mai stata tanto vicina.

http://simonecinelli.blogspot.com

http://www.theatredechambre.com

ORE 00:10/00:40

Teatro Manifestino
Anteprima Nazionale “Acqua”

Musica

ORE 01:00/03:00
DjSet

15 MAGGIO

Azioni Straordinarie

ORE 09:00/10:00

Centro Trasformazione
camminata meditativa”
presso il Villon Puccini
(appuntamento davanti al bar)

Video Arte, Arti Visive e Installazioni

ORE 15:00/01:00
apertura al pubblico

CineForum

ORE 16:00/17:45

Azioni Straordinarie

ORE 18:00/19:00
Movimento Umanista
Meditazione Collettiva”

Aperitivo Ottico

ORE 21:15/21:15

Concerti Live

ORE 21:45/23:00

Quartetto Metamorphosis

Quartetto di clarinetti e sax, con un repertorio aperto a qualsiasi genere musicale, dal classico al blues, dalle danze rinascimentali alle danze etniche, dalle scene di un matrimonio alla sinfonia d’autunno. Il Quartetto nasce nel maggio 2010 nella classe di musica da camera tenuta dal M°.Alda Dalle Lucche presso la Scuola di musica di Fiesole. L’idea è quella di fondere due strumenti molto vicini per la loro natura, appartenendo infatti alla medesima famiglia, ovvero quella dei legni ad ancia semplice e questa vicinanza, soprattutto timbrica, dà la possibilità di avere un suono dolce ma al tempo stesso potente ed energico. Il tutto è potenziato dalla sovente collaborazione con il percussionista Sergio Odori. Hanno avuto modo di esibirsi a Firenze al Teatro Verdi, Teatro Puccini, Teatro del Sale e all’Università di Parigi di Firenze per i festeggiamenti del 14 luglio, alla Scuola di Musica di Fiesole, all’Istituto di pena di Livorno. Il loro repertorio è assai vasto grazie alla loro versatilità e alla moltitudine di trascrizioni che lo rende aperto a svariati generi che spaziano dalle danze rinascimentali alla musica più moderna di George Gershwin, Astor Piazzolla, Bela Bartòk e Pedro Iturralde. Il Quartetto Metamorphosis, inoltre, è reso particolarmente duttile dalla sua disponibilità di accettare di scrivere trascrizioni su richieste specifiche per i singoli eventi.

www.myspace.com/quartettometamorphosis

ore 23:15/00:45

Martinicca Boison

Nascono nel 2002 non sono altro che l’ unione di due giovani gruppi fiorentini dai nomi improbabili: i Fenila Lanila, suonatori di musica etnica-popolare e i Bravo Fagiolo, amanti del rock-progressive degli anni Settanta. Da questa combustione di generi musicali fondano il folk elegante e iniziano a suonare partecipando e vincendo numerosi concorsi nazionali (finalisti Arezzo Wave e Pistoia Blues 2003, vincitori Pelago on the Road Festival 2004, finalisti Rockcontest 2004). Nel loro secondo disco i Martinicca sono come al loro solito molto allegri, anche se qualcosa o qualcuno sembra volerli distrarre: le 12 canzoni di folk elegante , prodotte da Erriquez Greppi, sono 12 storie che si susseguono nell’arco di 24 ore. Ecco dunque che ci si risveglia da soli dentro una macchina nel bel mezzo di una burrasca (Con la biro sulle mani) per poi trovarsi ad ascoltare, insieme a Ludovico, i consigli delle zie, vere maestre di stile (Trenta modi per lasciare il segno). Ecco che ci si ritrova in Bosnia al raduno estivo di tutti gli hippies d’ Europa con Giaianta e Ioghendra (Rainbow song in Bosnia) o accanto a Valentina a lottare contro il sonno in un cinema di seconda visione (La danza dell’occhio pesante). Ecco che di nuovo soli si torna a casa e sedendo sul divano si ripensa alla nostra giornata piena di sovra pensieri. Anche musicalmente il disco segue quest’ ordine accompagnando l’ascoltatore prima in atmosfere luminose e ritmiche, poi in atmosfere più soffuse, notturne e intime che si scuriscono con il passare delle ore e dei sovra pensieri, talvolta pesanti, talvolta leggeri.

www.martiniccaboison.it/

ORE 01:00/02:00

DjSet di chiusura

si ringraziano per la collaborazione:

Collettivo Spazio Liberato Ex Breda Est / Abitanti a Piede Libero / Comitati Acqua Bene Comune / Comitati No Nucleare / You Tube / Emergency Pistoia

Dopo tutto il lavoro fatto non possiamo che essere felici per l’andamento di NPA. Presto pubblicheremo le foto, così da dare possibilità a tutti (presenti e non) di rivedere quello che è successo.
Ringraziamo innanzi tutto Alessandro Di Grande, Graziano, Maria Elena e Peppe per aver dipinto la facciata di viale Pacinotti. Ci dispiace che nella nostra eterna precarietà e mancanza di soldi, sia finita la tinta bianca interrompendo così il flusso creativo di “Manna e Cuci” – opera in progress che vedrà la sua fine nella seconda sessione di NPA. Li ringraziamo anche per l’energia prorompente scatenata nella loro performance che si è esaurita alle 08:00 della mattina (dopo un piatto di pasta) del 15 maggio. Per aver scritto con il pennarello sulla pelle di quelli che interagivano con loro.
Ringraziamo tutti coloro che hanno esposto.
Papotto che con il suo l’allestimento ci ha portato dentro un racconto fatto di carta, alberi, acqua e memorie in un opera che illustra passione e profondità. Francesca Sarteanesi per le sue pale eoliche, per i panini al lampredotto e per tutte le foto famiglia che ha fatto scattare a noi e a tutti i passanti, tranquillizzati dal suono del vento, dalle tendine cinesi e dalla sua ironica follia. Ai siti internet e a tutti i fotografi che hanno documentato con rara maestria la crudezza della disgrazia tzunami e nucleare in Giappone. Manuela Menici per la sua sala cinematografica e per i salti del suo video. Fiorella Antonella Scorrano per aver installato i suoi pensieri e la sua poesia in ogni angolo dello spazio, regalando agli ospiti la sua solita leggerezza. Gaya Mattana (bambina prodigio) che ha pianto per tutto il viaggio di andata, prima di arrivare in loco, e che alla fine dopo aver aiutato negli allestimenti non voleva più andare via. Carmen Manca per aver interagito con la stanza degli omini (dipinta da un suo ex studente), e per tutte le volte che abbiamo sentito dire dai fruitori <MAH SIAMO A bERLINO?>. Ermanno Arrighi per aver preso tutto quello che avanzava, assemblando in una denuncia visiva la sua esperienza di vittima nella società. Walter Di Piazza per aver tentato un estemporanea di colori e dialoghi su l’arte. Helga Maetrini per aver composto la sua lettera sul muro che chiedeva il pensiero di coloro che saranno i fruitori di un possibile nucleare, di una possibile acqua privata, di un possibile eccesso di sostanze petrolifere. Acme aliment(e)azione che ci ha spedito il loro video dalla Sardegna, ma che non abbiamo proiettato perché arrivato oggi e che riproporremo la prossima volta, sperando che possano essere con noi fisicamente. Il Gruppo Artistico Jersey Stretch per il loro prodotti anni ’50, rivisitati con sottile ironia – entusiasmo di tutti i passanti, soprattutto di coloro che si sono rubati qualche pezzo. Sabrina Mazzuoli, TVDC, Andrea Betti, Raffaele Ferro, Arte Kreativa, Flaviano Poggi, Fiammetta Strigoli, Alfredo Duran Decima, Chiara Ghini e Valeria Prosperi per i loro video e per le loro fotografie. Tutti coloro che pubblicano su YouTube e ci hanno permesso di diffondere (a loro insaputa) circa 70 ore di documentari, video arte, invenzioni ed interviste in tre postazioni che hanno spedito in loop tutto quello che in questo lungo periodo ci ha permesso di creare NPA.
Ringraziamo Saverio Tommasi che con i suoi interventi di Teatro Civile ed in questo caso di conferenza nucleare, arriva a trasmettere con semplicità il senso della vita e di ciò che sarebbe utile perseguire. Senza retorica e senza ipocrisia.
Ringraziamo i Tribuna Ludu, i SuperVixens, le Colors For The Fight, i ParaNoise, Eva and Alexandre Fuser, e Thll – per aver animato la prima serata con musica e performance. Passando dal Post Rock al Noise, alla Body Painting, dall’Indastrial alla Surface Performance, dall’Elettronica alle Installazioni Video – descrivendo così (anche se inconsapevolmente), i costumi e le esperienze delle nuove generazioni, la loro trasgressività, il loro impeto, il loro spaesamento.
Ringraziamo i circa 30 Samba Lordi (indimenticabili) che hanno portato un vento di felicità per le strade di Pistoia. Per il gioco continuo che hanno creato tra ritmo e solarità. Per il loro giallo e verde, che stagliava nel grigiore metropolitano. Per aver fatto ballettare sia gli adulti che i bambini, ma soprattutto i due vigili che volevano i permessi di manifestazione, e che come nostro solito non usiamo. Per aver radunato tantissima gente intorno a loro, trasformando il suono in coreografie emotive.
Ringraziamo Le Malerbe per la loro dolcezza, per averci accompagnato in città con le loro mute nucleari e con la costruzione (fai da te) delle maschere antigas, per aver dipinto il muro delle nostre scale, per la loro continua disponibilità ad intervenire nel nostro spazio e con le nostre attività di sensibilizzazione.
Ringraziamo Fabrizio Bertini che ci aveva offerto la conferenza di Angelo Bracca e che per il calendario troppo pieno di eventi, siamo stati costretti a spostare in altra sede, e con un’altra organizzazione.
Ringraziamo la mitica Safira che con la sua danza degli elementi a smosso tutti coloro che erano presenti nello spazio.
Ringraziamo il Teatro Sociale Pescara per il loro primo studio tra Nucleare, Fukushima e Abruzzo. Per il viaggio che hanno fatto con entusiasmo e convinzione. Per trasformare la loro passione in racconto vitale che non si arrende di fronte alla stupidità umana.
Ringraziamo Simone Cinelli per averci fatto conoscere Ramon, pastore che vive in una ex discarica di carbone francese, e che si è allontanato dall’umanità con tutti i suoi animali per ritrovare quella serenità che la società dei consumi, toglie. Per aver creato un dialogo personale con il pubblico, parlando di se stesso e del desiderio di tornare in dietro nel tempo, di riappropriarsi della natura come madre creatrice, di puntualizzare che noi tutti continuamente creiamo rifiuti, sia fisici che mentali. Di averci offerto i regali dei suoi viaggi e della sua infanzia. Per averci fatto sedere e aprire i sacchi di immondizia. Per aver concluso il suo intervento con vino, formaggio e salame.
Ringraziamo Teatro Manifestino per i suoi quaderni, per il suo breve intervento sulla vita dell’acqua, per aver donato pizzini poetici ad alcuni degli artisti intervenuti.
Ringraziamo Studio Nois per lo splendido documentario “La Baia dei Lupi” che descrive in modo perfetto e approfondito lo scempio statale, mafioso e industriale che sta distruggendo da molti anni i dintorni di Siracusa con l’estrazione e la raffinazione del petrolio e del gas.
Ringraziamo la collaborazione e la meditazione offerta dal Movimento Umanista ed Eloisa Pierucci.
Ringraziamo il Quartetto Metamorphosis e la delegazione dei Martnicca Boison per aver chiuso con maestria tutto il Festival, regalando a noi ed a tutti i presenti: coinvolgimento, magia, emozione, virtuosità. Un finale che ci ha dato gioia di continuare a credere in questo percorso che cerca di unire arte, cultura, culinaria, informazione, umanità e giustizia.
Ringraziamo il Collettivo Studentesco Pistoiese (in particolare – luca, adele, leila, letizia e fabio) per averci aiutato sia nella realizzazione dell’evento, sia per la performance “Morte Nucleare”. Con il loro entusiasmo giovanile e con la loro spontanea freschezza.
Ringraziamo Pavel Manta per aver allestito il tubo blu – il lancio delle lattine e delle bottiglie nel grande bidone del riciclo. Per offrirci i suoi attrezzi, la sua esperienza da direttore tecnico di scena, per aiutarci ogni volta che abbiamo difficoltà nell’attrezzare plachi da concerti.
Ringraziamo: Marco Fantozzi, Valerio Maraviglia, Patrizia Maraviglia, Nicola Maraviglia, Elena, Carlo Dami, Lia Frosini, il Centro di Trasformazione, Angelo Minadeo, Maddalena Lippi, l’inestimabile Popi, gli abitanti ed il collaboratori dello Spazio Liberato ex Breda Est.
Ringraziamo tutti i giornalisti a cui abbiamo spedito il materiale (sia di presentazione che di programmazione) e che non hanno nemmeno messo un trafiletto nei loro pseudo quotidiani.
Ringraziamo Teresio Arrighi per la sua cucina e per la sua disponibilità nel soddisfare il palato di tutti, pure di quelli ritardatari. Per aver spazzato e respirato polvere e calcinacci. Per il sorriso che porta nel suo darsi fino all’esaurimento. Per aver dormito sul seggiolino della macchina (posizionato sul palcoscenico) e per averci chiesto dopo una notte da esaurimento di chiudere il finestrino perché sentiva freddo. Per il suo giardino eolico.
Ringraziamo Elena Ferretti (Nina) per aver creduto fino in fondo ad ogni sforzo fatto. Per aiutare se stessa e gli altri nella creazione di un mondo possibile, anche se apparentemente inutile (o criticato). Per credere che tutto questo sia necessario, più di se stessi, più di altro. Per il suo desiderio di essere vita e libertà. Per la sua sensibilità che trasforma tutto in amore e viscere. Per la sua passione irrefrenabile. Per averci accompagnato con la massima sincerità in questi due mesi di travaglio. Per non arrendersi in una vita che può disarmare e uccidere, pure i più forti.
Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s